ESET sostiene la lotta contro l'odio e la disinformazione sui social network

Il recente lancio della campagna Stop Hate for Profit ha suscitato una grande consapevolezza nel pubblico sul problema dei contenuti online che promuovono il razzismo, l'odio, la violenza e, soprattutto, le informazioni false. Nel nostro lavoro di rendere Internet più sicuro per tutti, ESET ha spesso incontrato questo tipo di contenuti, specialmente in relazione ad attori malintenzionati che tentano di manipolare, molestare, truffare o utilizzare in altro modo l'ingegneria sociale contro gli utenti di Internet allo scopo di rubare, causare danni e / o ferire gli altri.

Per aiutare a risolvere questo problema, ESET ha deciso di sospendere la pubblicità dei suoi prodotti e servizi, e di qualsiasi altra campagna commerciale, su Facebook fino alla fine di Agosto. Continueremo invece a utilizzare i servizi pubblicitari e di coinvolgimento della community della piattaforma per supportare e persino potenziare campagne di sensibilizzazione incentrate sull'istruzione che aiutano a combattere le intenzioni malevole e la disinformazione.

Spostando il nostro impegno retribuito per i nostri prodotti e servizi da Facebook ad altri canali, ci uniamo nel richiedere a Facebook di adottare misure per limitare sostanzialmente l'uso della sua piattaforma per la diffusione di disinformazione e odio.

Il CEO di ESET Richard Marko commenta: “In ESET, abbiamo una visione per consentire a tutti gli utenti di Internet di sfruttare appieno il potenziale di se stessi e della loro tecnologia in un mondo digitale sicuro. Lavorando con persone etiche e appassionate, e attraverso l'educazione e l'impegno per la ricerca e l'educazione, cerchiamo di raggiungere questa visione. È impossibile fermare completamente la disinformazione, la falsa scienza e l'odio nei discorsi in una società libera. Tuttavia, abbiamo la scelta di utilizzare le nostre migliori capacità e le tecnologie più avanzate per combattere queste tendenze pericolose. E certamente abbiamo la scelta di alzare la voce e chiedere a giganti come Facebook di condurre una simile lotta e servire come un esempio ammirevole. Siamo pronti a offrire la nostra competenza ed esperienza per combattere insieme questi problemi ".

ESET continuerà a monitorare la situazione e ad impegnarsi attivamente nella conversazione sull'uso di Facebook e di altre piattaforme e comunità Internet come mezzo per diffondere disinformazione e odio; e, sulla base di tali progressi, ESET adeguerà di conseguenza il suo corso di azione.